L’università tedesca 2: i moduli!

Ciao a tutti! Se nel primo articolo ho parlato della struttura dell’università tedesca, oggi, invece, spiegherò cosa sono e come funzionano i moduli, un concetto nuovo e differente rispetto all’università italiana. Iniziamo!

Per capire come funziona l’università tedesca, bisogna familiarizzare con questi concetti: Modul (modulo), Seminar (seminario), Übung (esercizio) e Vorlesung (lezione).

Innanzitutto c’è da dire che non esiste un piano di studio fisso, così come lo concepiamo noi in Italia. Gli studenti possono frequentare i corsi che vogliono della loro facoltà/materia. I corsi sono a scelta e devono rientrare nella categoria che serve per completare un modulo. Per concretizzare il tutto userò come esempio il piano di studio della mia materia principale, lingue e letterature slave.

https://www.uni-bamberg.de/ba-slav/synopse-ba-slavistik/

Le facoltà filologiche sono divise, generalmente, in tre ambiti: Literatur, Sprachwissenschaft (linguistica) e Kulturwissenchaft (studi culturali).

Questi ambiti sono divisi in moduli: il modulo base, cioè il Basismodul, l’ Aufbaumodul e il Vertiefungsmodul, cioè il modulo finale dell’ambito in cui ci si specializzia.

Se si studia una materia come Hauptfach, cioè con 75 punti, allora si deve per forza completare il Basismodul di letteratura, linguistica e di cultura. Se non si vuole continuare con la linguistica, per esempio, si può scegliere come tuo Aufbaumodul quello di letteratura e cultura: si devono scegliere solo due Aufbaumodule su tre! Come la parola stessa indica e come ho già detto, il Vertiefungsmodul è un modulo specifico dell’ambito in cui ci si specializza. Nel mio caso è linguistica e per questo ho concluso questo modulo in quest’area e scriverò la mia tesi di laurea su un tema della linguistica slava.

Ogni filologia ha anche una parte dei punti dedicata all’apprendimento di una o più lingue straniere, questi punti e le sue caratteristiche sono visibili sotto Sprachpraxis.

https://www.uni-bamberg.de/ba-slav/synopse-ba-slavistik/

Nella materia che si studierà con 30 punti, la scelta, ovviamente, sarà ancora più limitata, perché si dovrà scegliere solo un Basismodul su tre, solo un Aufbaumodul su tre e un Profilmodul per due punti. L’immagine sopra è un esempio.

Inoltre è molto importante capire è la differenza tra un Seminar, una Übung e una Vorlesung: la differenza è in realtà nella forma della lezione.

In un seminario/Seminar e in una Übung la lezione è molto partecipata e gli studenti, di solito, devono preparare anche presentazioni e, a seconda dei punti che hanno bisogno, devono scrivere poi una tesina, cioè una Hausarbeit, sullo stesso tema della presentazione, chiamto Referat.

La Vorlesung è la normale lezione frontale, in cui il professore spiega e gli studenti prendono appunti; di solito, ma non sempre, si ricevono 2 punti ECTS e si deve dare un esame scritto.  Dico di solito, perché a me è capitato di dover dare un esame orale in una Vorlesung, l’unico esame orale in tre anni di studio, per fortuna!!! Può anche capitare che non si debba dare nessun esame, ma che si ricevano i due punti semplicemente perché si era presente alle lezioni; in questo caso vale il voto del seminario o della Übung che è servito per concludere il modulo.

Ci possono essere moduli di 8 punti (di solito 6 + 2) oppure moduli di 10 punti, come quello di approfondimento (8+2); i seminari e o la Übung ricevono spesso 6 o 8 punti. Se un corso che vi interessa sia offerto come seminario o come lezione frontale e se vada bene per concludere un vostro modulo, lo scoprirete nella descrizione del corso.

Un altro termine da conoscere è il Modulhandbuch, cioè un manuale, diverso da facoltà a facoltà, nel quale troverete tutte le informazioni utili per capire come funziona il vostro piano di studio e che tipo di esami dovrete dare.

Se state pensando di iscrivervi ad un corso di laurea in Germania, ricordatevi che un altro motivo per cui farlo è l’assenza di tasse universitarie :).

In bocca al lupo! E se avete domande, potete contattarmi direttamente su Facebook :).

Annalisa Perone

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.