Il tedesco colloquiale: parte 1

Imparare una lingua straniera è un processo continuo, faticoso e a volte scoraggiante, soprattutto perché il suo apprendimento è diviso in livelli. La grammatica, il lessico, il linguaggio scritto e parlato sono tutti aspetti importanti di una lingua.

Quando si vive nel paese di cui si sta studiando la lingua, si ha la possiblità di perfezionare tutti questi livelli e di conoscerli a fondo. Può sembrare una banalità, ma vi assicuro che sapere benissimo la grammatica non vuol dire necessariamente saper scrivere una tesina universitaria, così come sapersi perfettamente esprimere in un linguaggio forbito e universitario non vuol dire, di conseguenza, sapersi destreggiare nel tedesco “di tutti i giorni”.

Quando si può dire di saper davvero una lingua e di sentirla propria? Quando si riescono ad utilizzare tutte le sue sfaccettature spontaneamente.

Il tedesco colloquiale spesso non si apprende sui libri di scuola. Ci sono modi di dire che si sentono per la prima volta solo vivendo nel posto e praticando i madrelingua.

Quale studente straniero capirebbe le espressioni italiane colloquiali “dare buca”, “marinare/bigiare la scuola”, “farsi qualcuno” e “non avere sbattita”? Nessuno. Eppure sono espressioni che spesso si usano tra amici e che amplificano un concetto. Ovviamente queste espressioni sono utilizzate più dai giovani, ma comunque sono una parte della nostra lingua.

Qui di seguito ho raccolto delle espressione abbastanza comuni, i cui significati letterali non hanno nulla a che vedere con i veri significati. Buon divertimento!

 

Mach’s gut. Non vuol dire “fallo bene”, bensì è un modo informale di salutare un conoscente che sta andando via. Gli si augura buona fortuna. Ogni volta che incontro un mio conoscente o un amico e non so se lo rivedrò a breve, mi congedo dicendo sempre mach’s gut!

 

Bock haben. Il Bock è un animale e, nel linguaggio tecnico, il cavalletto. Ma quindi cosa vuol dire? Questa è la forma colloquiale di Lust auf etwas haben, cioè avere voglia di fare qualcosa o di qualcosa. Se dovessi dire a un professore che non ho voglia di fare qualcosa, userei sicuramente la parola “Lust”, tra amici forse Bock. La frase che sento più spesso tra i miei compagni? Ich habe keinen Bock auf Uni!

 

Einen Kater haben. Il Kater è il maschio della Katze, ovvero un gatto. Eppure quest’espressione si utilizza quando il giorno prima si ha bevuto tanto, anzi tantissimo. Quando ci si sveglia la mattina e si sentono gli effetti della sbornia, si dice: ich habe einen Kater.

 

Die Kohle. Letteralmente die Kohle è il carbone ma nel linguaggio colloquiale si utilizza per sostituire la parola “soldi“.

 

Dicht sein. L’aggettivo dicht significa “folto”, “fitto”, “ermetico” e serve anche come rafforzativo. In una canzone del mio gruppo preferito tedesco AnnenMayKantereit, ho trovato l’espressione sich dicht machen. Dopo qualche ricerca ho scoperto che ich bin dicht, vuol dire essere completamente ubriaco. A volte si riferisce anche all’uso di droga.

 

Einen Korb geben. Letteralmente vuol dire “dare un cesto o una cesta”, ma realmente significa “dare un due di picche“. Ovvero, se invitiamo un ragazzo che ci piace o se ci dichiariamo  e lui ci rifiuta o rifiuta il nostro invito, allora er hat mir einen Korb gegeben!

 

Blau machen. Questa espressione non vuol dire che si colora qualcosa di blu, bensì che si “marina l’università”, cioè che si salta l’università senza dirlo ai genitori. Ich habe heute blau gemacht vuol dire che oggi non si è andati a lezione.

 

Jemanden klarmachen. Forse conoscete Jemandem etwas klarmachen che vuol dire “chiarire qualcosa a qualcuno”. Se si utilizza, invece, l’accusativo, cioè jemanden klarmachen, l’espressione significa “farsi qualcuno“/ “portarsi a letto qualcuno“. Quindi, attenzione ai casi!!

 

Hau ab! Abhauen è una forma molto colloquiale per dire sparire, andarse, tagliare la corda. L’ho sentita spesso quando un amico voleva andare a casa e mandava i segnali per farcelo capire. Willst du abhauen, oder wie?

 

Se conoscete altri modi di dire e volete condividerli, venitemi a trovare sulla mia pagina Facebook. Mi farebbe piacere conoscervi :).

Annalisa Perone

 

 

2 comments

  1. Sono capitato su questo blog mentre cercavo informazioni per un viaggio in Germania e ti devo fare i complimenti. È scritto molto bene, ed offre una notevole quantità di info e link utili. Potrebbe essere utile a moltissimi altri, per questo ti consiglio di curare ed usare molti tag alla fine di ogni post, in modo da aumentarene le possibilità di indicizzazione. Buon lavoro ed in bocca al lupo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.