Trasferirsi in Germania: in quale città?

 

Ciao a tutti carissimi! Con questo articolo vorrei aiutare tutti i lettori che spesso mi chiedono informazioni sulle “migliori” città tedesche e/o sui “migliori” Bundesländer. Purtroppo io posso parlare dettagliatamente solo delle città e degli stati in cui ho vissuto, ma grazie alle seguenti statistiche sul tasso di disoccupazione e sui costi degli affitti posso offrirvi uno strumento valido su cui basarvi.

SUPERFICIE E NUMERO DI ABITANTI 

Prima di tutto bisogna sapere che la Germania è uno stato federale parlamentare composto da 16 Bundesländer e tra questi Berlino, Brema e Amburgo sono città-land. La seguente tabella fornisce dei dati molti utili sulla superficie di ogni stato e sul numero di abitanti. I dati sono del 2014 e si basano sul censimento del 2011. A tre anni di distanza il numero della popolazione sarà sicuramente aumentato, ma almeno riuscite a farvi un’idea.

               Statistisches Jahrbuch 2016 https://www.destatis.de/DE/Publikationen/StatistischesJahrbuch/StatistischesJahrbuch.html

Che cosa si evince da questi dati? La Baviera è lo stato tedesco più grande. La Renania Settentrionale-Westfalia, Nordrhein- Westfalen, è invece lo stato con più abitanti.

TASSO DI DISOCCUPAZIONE

Quale Bundesland è il “migliore” dal punto di vista lavorativo? Per trovare una risposta possiamo analizzare i dati sui tassi di disoccupazione del 2016 di ciascuno stato tedesco.

Bundesagentur für Arbeit. Statistik. https://statistik.arbeitsagentur.de/Navigation/Statistik/Statistik-nach-Themen/Statistik-nach-Themen-Nav.html

I Bundesländer con il minor tasso di disoccupazione sono Baden-Württemberg e Bayern. Quelli con il più alto tasso sono invece Bremen, Berlin, Mecklenburg-Vorpommern e Sachsen-Anhalt.

Per entrare più nel dettaglio, ecco una lista delle città con il più alto tasso di disoccupazione.

Bundesagentur für Arbeit. Statistik. https://statistik.arbeitsagentur.de/nn_10256/SiteGlobals/Forms/Direktsuche/direktsuche_Form_Rubrik.html?view=processForm&resourceId=17656&input_=&pageLocale=de&step=2&category=arbeitslose&topic=monatsjahresquoten&topic.GROUP=1&search=Suchen

Nella tabella ho riportato solo le città con un tasso di disoccupazione superiore al 9.7 %. La lista in realtà è interminabile e se volete controllare altre città, potete scaricare il file seguendo la URL di sopra. Le città con il più alto tasso di disoccupazione sono Gelsenkirchen (14.7 %) nel Ruhrgebiet, in Nordrhein-Westfalen, e Bremerhaven (14.6 %) nella città-land Bremen. A seguire viene la regione di Uckermark (13.9 %) in Brandenburg, vicino a Berlino. Scorrendo velocemente la lista, noterete che molte città sono nel Mecklenburg-Vorpommern, in Sachsen-Anhalt, in Sachsen o in Brandenburg, tutti stati della vecchia Germania dell’ est.

COSTI DELL’AFFITTO

Un altro dato che forse vi aiuterà a prendere una decisione, sono i costi dell’affitto. Per la mia esperienza questo dato non deve essere sottovalutato. A Bamberg, dove studio, i costi dell’affitto sono aumentati così tanto che ogni giorno ringrazio l’universo di avermi fatto ottenere un posto in uno studentato. Ecco qui le città con gli affitti in generale più cari:

empirica-Preisdatenbank. Immobilienpreisindex 2/2017. https://www.empirica-institut.de/thema/regionaldatenbank/index-immobilien-preise/

Per gli studenti che vogliono vivere in una WG, invece, ecco qui i dati relativi all’affitto di una camera:

empirica-Preisdatenbank. WG-Mieten Sommersemester 2017. https://www.empirica-institut.de/thema/regionaldatenbank/index-immobilien-preise/

Purtroppo per ottenere i dati completi di altre città bisogna pagare. Se volete però avere un’idea ancora più generale, guardate la cartina 3D dell’articolo “MietpreisbremseWer soll das noch bezahlen?“.

Quindi, ricapitolando, prima di avventurarvi in città “critiche”, vi consiglio di informarvi bene sulla zona in cui vi trasferirete. Chiedete a qualcuno che vive o che ha vissuto lì, cercate degli annunci di lavoro su internet in quella città e soprattutto, se siete dei fanatici delle statistiche come me, non scordate di consultare questi siti:

www.destatis.de

www.statistik.arbeitsagentur.de

www.empirica-institut.de

Un altro criterio che vi consiglio di valutare per scegliere una città è anche la vicinanza o meno di quest’ultima ad una centrale nucleare e/o ad un deposito di scorie radioattive. Per maggiori informazioni, consultate il post Centrali nucleari in Germania.

Inoltre vi consiglio anche di leggere il mio articolo Trasferirsi in Germania, in cui parlo dei documenti necessari che vi serviranno una volta arrivati qui. Se volete studiare come me in Germania, invece, vi suggerisco la sezione del mio blog dedicata all’università, in cui descrivo nel singolo dettaglio come è organizzato lo studio qui. Inoltre, nella rubrica Lavoro troverete tutte le informazioni che potrebbero essere utili per lavorare qui.

In bocca al lupo per tutto e, soprattutto, venitemi a trovare sulla mia pagina Facebook per rimanere sempre aggiornati o per fare quattro chiacchiere :).

Annalisa Perone

 

One comment

  1. Ciao, e grazie per l’utilissimo blog! Io sto in Renania Westfalia in modo del tutto casuale (mi hanno offerto lavoro li e ci sono andata). Non e’ propriamente Parigi (anzi, e’ piuttosto Mordor), pero’ ci sono tante cose carine da fare e costa poco …

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.